Offerte energia per il business?
Prova il trading energia.

Le aziende sono sempre più orientate al risparmio e alla ricerca di soluzioni per contenere i costi.

La liberalizzazione del mercato energetico ha aperto nuove possibilità di risparmio sulla componente energia per le imprese, permettendo di confrontare, valutare e scegliere le migliori opzioni tra quelle proposte dal mercato libero, con una conseguente riduzione dell’impatto dei costi energetici sui bilanci.

Il mercato dell’energia è ampio e complesso, per aiutare chi in azienda si occupa della scelta e della gestione dei fornitori sono nate figure specializzate nel trading di energia elettrica e gas che hanno lo scopo di individuare le migliori offerte per i propri clienti, sulla base di analisi precise e puntuali.

Prova il servizio di trading energetico Gap Com

Offerte energia per il business? Prova il trading energia. - Gap Com

Trading energetico, cosa è?

Le materie prime possono essere sostanzialmente divise in due categorie: soft energy e hard energy. Le soft energy sono quelle che vengono coltivate e raccolte, mentre le hard energy sono quelle che vengono estratte come oro, carbone, gas e petrolio.

L’energia ha un’importanza vitale per tutti noi e ha, da sempre, un elevatissima domanda, che spesso supera l’offerta del mercato. Storicamente per quanto riguarda le hard energy vigeva una situazione di monopolio in cui lo Stato aveva la gestione e definiva il prezzo di vendita.

Il Decreto Bersani (D.L. 79 del 19 marzo 1999) ha rivoluzionato il settore energetico che, dopo anni di monopolio, si è aperto al libero mercato. Nel nuovo ordinamento produzione, importazione, vendita e acquisto di energia sono attività libere.

È in questo panorama che è nato il trading energetico, attività fondamentale per l’ottimizzazione dei consumi, in grado di influire in maniera considerevole nel risparmio energetico ed economico per le imprese.

Le attività di trading si collocano nelle fasi di acquisto, vendita e spostamento dell’energia dal luogo di produzione fino a quello di utilizzo, che sono altamente soggette a variazioni in base alle fluttuazioni della domanda.

Il Gestore dei mercati energetici

Il Gestore dei Mercati Energetici (GME) è il moderatore che consente l’incontro di produttori, consumatori e grossisti di energia che necessitano di stipulare contratti che possono essere contratti di mercato a termine o contratti a pronti.

  • Contratti di mercato a termine. Sono accordi stipulati tra operatori del settore che prevedono la definizione di un prezzo fisso di vendita e/o scambio.
  • Contratti di mercato a pronti. Prevedono l’incontro “diretto” tra domanda e offerta, con il sistema del prezzo marginale.

All’interno del mercato a pronti si collocano, specialmente per quanto riguarda in mercato dell’energia elettrica e del gas, due tipi di mercati:

  • Mercato libero, regolato dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Sistema Idrico cui spetta decidere in merito a vendita ed acquisto ma non alla distribuzione, che resta in mano ai distributori.
  • Servizi di maggior tutela o Mercato tutelato che prevedono la vendita di energia e gas con condizioni contrattuali ed economiche definite dall’Autorità, destinate a clienti finali di piccole dimensioni (famiglie e PMI) che non hanno definito un operatore nel mercato libero. Il mercato tutelato per le imprese si conclude il 1 gennaio 2021, mentre le famiglie dovranno scegliere un fornitore del mercato libero entro il 1 gennaio 2022.

L’attività del trader energetico, o energy trader, si colloca nel mercato libero ed è la figura cui viene affidato il compito di individuare soluzioni per gestire i rischi del mercato massimizzando i risparmi nell’acquisto dell’energia.

Come individuare le offerte di energia per aziende

Effettuare una scelta consapevole quando si parla di energia è possibile, analizzando attentamente le proposte dei vari trader di energia e valutando, oltre alla tariffa luce proposta, anche il servizio offerto, alla luce dell’importanza della gestione dei guasti e della tempestività di risposta in caso di guasti o disservizi.

Non è quindi sufficiente appoggiarsi ai portali che offrono il confronto tariffario, è necessario valutare quali sono le proprie esigenze, i consumi e la loro suddivisione in fasce orarie, gli specifici aspetti che possono essere differenziali e molto altro.

I principali aspetti da valutare oltre al costo della componente energia quando si seleziona il proprio fornitore sono:

  • Servizio clienti. Disponibilità, tempestività e competenza sono fondamentali per instaurare un rapporto sereno con il fornitore ed evitare problemi
  • Varietà di opzioni e di offerte. Avere più opzioni tra cui scegliere significa poter modulare la proposta sulle proprie esigenze e raggiungere il massimo risparmio
  • Green energy. Il tema delle energie da fonti rinnovabili è sempre più sentito ed incentivato, anche con vantaggi fiscali.

Come scegliere il partner per il trading energia dell’azienda

Le offerte per la fornitura dell’energia elettrica destinate alle aziende sono moltissime, grazie al mercato libero. Orientarsi e compiere le migliori scelte è spesso complesso e impiega tempo e risorse, togliendole ad altre attività sicuramente rilevanti.

Sottovalutare l’impatto del costo della fornitura luce può di incidere pesantemente sui bilanci aziendali, per questo sempre più imprese decidono di affidarsi a professionisti del settore, in grado di compiere le giuste analisi e valutazioni, capire quali sono gli aspetti da considerare, interfacciarsi con i player del mercato e sottoporre le migliori offerte personalizzate.

Vuoi risparmiare sulle bollette energetiche dell’azienda? Prova il servizio di trading energetico Gap Com.

Consulenza, efficientamento energetico, impianti fotovoltaici e di cogenerazione su misura per trasformare l’energia in un vantaggio per l’azienda.

\ \ \

Sede operativa

Via Enrico Toti, 1
20025 - Legnano (MILANO)
T. +39 0331 549399

\ \ \

Sede legale

Piazza Duomo, 20
20121 - Milano

consulenza efficienza energia gap com
consulenza efficienza energia gap com
\ \ \

Vuoi ricevere notizie, aggiornamenti e suggerimenti utili per portare l'efficienza energetica in azienda?
Iscriviti alla newsletter