Mobilità elettrica e colonnine di ricarica per auto elettriche

E-mobility e infrastrutture di ricarica rappresentano un investimento lungimirante e potenzialmente molto redditizio.

La diffusione e la spinta commerciale delle auto elettriche apre le porte non solo ad una svolta green e ad una maggiore sostenibilità ambientale ma anche a nuove opportunità per le aziende e le attività commerciali che possono offrire punti di ricarica ai propri clienti o ricaricare a costo zero le auto del proprio parco macchine.

Avere un servizio di ricarica, oggi, significa avere un servizio raro da trovare e ricercato da chi è passato all’elettrico. Le strutture che offrono stazioni di ricarica diventano così più “appetitose” per quei clienti che sono in cerca di un luogo in cui ricaricare l’auto elettrica, più facili da trovare perché entrano a far parte di un circuito di app dedicate ai punti ricarica di cui ogni utente dispone, più visibili online perché promosse dai portali.

Vuoi approfittare della e-mobility? I nostri consulenti sono a tua disposizione per illustrarti tutti i vantaggi di questa nuova opportunità.

Mobilità elettrica e colonnine di ricarica per auto elettriche - Gap Com

Colonnina di ricarica auto elettrica, quali sono i vantaggi

L’Unione Europea ha fissato come termine per le emissioni zero il 2030 e oltre il 60% degli automobilisti europei dichiara di essere propenso all’acquisto di auto elettriche o ibride. Le auto elettriche si fanno quindi sempre più largo nel mercato automobilistico, frenate solo dalla carenza di punti di ricarica pubblici o privati.

Avere nel parcheggio della propria azienda, attività commerciale o struttura ricettiva un punto in cui ricaricare l auto elettrica rappresenta quindi un punto di differenziazione rispetto alla concorrenza.

Con le colonnine di ricarica:

  • la tua azienda è all’avanguardia, attenta alle novità e green
  • la tua flotta aziendale ha libero accesso alle ZTL e abbatte i costi del carburante
  • i tuoi dipendenti hanno un beneficio tangibile, ovvero possono ricaricare l’auto mentre sono al lavoro
  • i tuoi clienti sono attratti dal servizio, accolti con un benefit e deliziati dalla tua immagine aziendale

Quanto costa la ricarica per veicoli elettrici?

Ricaricare un’auto elettrica ha un costo molto basso. La ricarica completa consuma all’incirca 4 euro di energia elettrica e richiede 5 ore di tempo di ricarica (utilizzando la ricarica lenta con potenza di ricarica 3,7 kW). Una ricarica completa permette di percorrere 120 – 150 km circa.

Per i dipendenti che percorrono il tragitto casa/lavoro e per i clienti ci si può ragionevolmente attendere un consumo di pochi kW al giorno, mentre per la flotta aziendale il costo dell’energia è ampiamente ammortizzato dal risparmio sul carburante. Se la colonnina non viene utilizzata si ha poi un azzeramento del costo.

Quale tipo di stazione di ricarica occorre avere nei parcheggi aziendali?

Le colonnine di ricarica per auto elettriche possono essere installate negli spazi privati di abitazioni e condomini, presso attività commerciali, strutture ricettive, centri commerciali, officine e parcheggi aziendali. A seconda dei casi possono essere ad uso privato oppure aperte al pubblico.

Le colonnine “intelligenti” ovvero quelle connesse alla rete, dialogano con le app dedicate e mostrano posizione, stato (libera, occupata, fuori servizio), riconoscono gli utenti già registrati al servizio ed inviano report e informazioni diagnostiche gestibili da remoto.

Esistono tre tipi di stazioni di ricarica, che si differenziano in base al tempo impiegato per la ricarica:

  • Lente (Slow) con potenza fino a 7,4 kW
  • Accelerate (Quick) con 22 kW di potenza e due attacchi per ogni colonnina
  • Rapide (Fast) con potenza superiore ai 50 kW

I parcheggi aziendali sono definiti “luogo privato aperto a terzi”, assimilato quindi dalla normativa italiana ad un luogo pubblico. È quindi necessario installare una colonnina pubblica a palo o a parete oppure i nuovi sistemi wireless (ancora in fase di sperimentazione)

Le colonnine di ricarica pubbliche devono essere conformi al Modo 3 della normativa internazionale IEC 61851-1 che assicura la massima sicurezza a persone e veicoli.

L’installazione richiede di disporre dei permessi necessari (la SCIA – certificazione di inizio attività) perché risulta essere a tutti gli effetti un impianto aziendale, autonomamente gestito dall’azienda stessa. Se invece si desidera installare il sistema di ricarica su suolo pubblico occorreranno le autorizzazioni per la messa in posa e lo sfruttamento, che variano da comune a comune.

La ricarica alla colonnina di ricarica per auto elettrica è a pagamento?

La colonnina di ricarica può essere abilitata a diversi sistemi di autorizzazione e pagamento (tessera RFID “Radio-Frequency IDentification”, app di ricarica pubblica, QR-Code).

Non sono previste specifiche licenze o autorizzazioni amministrative per poter erogare il servizio di ricarica. L’utente dovrà sbloccare la colonnina utilizzando il metodo di pagamento prescelto (tessera RFID, pin code o app) e collegare il cavo in dotazione alla sua auto.

In caso di colonnine all’interno del parcheggio aziendale è possibile scegliere di non far pagare il servizio di ricarica ma offrirlo come benefit a disposizione di dipendenti, clienti e visitatori. Difficilmente la stazione di ricarica potrà diventare una fonte di guadagno dato il basso costo delle singole transazioni e l’ancor limitata diffusione della mobilità elettrica. La gestione dei pagamenti, inoltre potrebbe diventare fonte di costo in rapporto al guadagno della ricarica.

Incentivi per l’installazione di colonnine di ricarica auto elettrica

Con l’introduzione del superbonus 110% è possibile inserire anche le colonnine di ricarica per veicoli elettrici all’interno delle spese detraibili, a patto che l’intervento sia eseguito congiuntamente ad altri interventi trainanti elencati nel comma 1 dello stesso articolo e che, al termine dei lavori, l’edificio interessato migliori di almeno due classi energetiche.

Altra opportunità è rappresentata dalla detrazione fiscale al 50% in 10 anni prevista per le spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

Le spese che beneficiano della detrazione sono quelle documentate e sostenute tra il 1 marzo 2019 e il 31 dicembre 2021 riguardanti:

  • acquisto della stazione di ricarica
  • installazione della stazione di ricarica
  • aumento della potenza erogata dal contatore (fino a 7 kw massimo)

L’ammontare complessivo delle spese su cui viene calcolata la detrazione è di 3.000 €.

Ulteriori vantaggi per la mobilità elettrica si possono ottenere abbinando le stazioni di ricarica elettrica a sistemi fotovoltaici e di accumulo. In questo modo si apre a edifci ad alta efficienza energetica, con riduzione dei consumi e dell’utilizzo di combustibili fossili non solo per la produzione di energia e calore ma anche per sostenere la mobilità green, incentivando la ricarica elettrica dei veicoli e l’adozione di un parco macchine aziendali 100% green.

Vuoi conoscere come portare l’efficienza energetica in azienda? Leggi qui

Vuoi approfittare della e-mobility e installare colonnine di ricarica per la tua impresa?

La consulenza specializzata di un Energy Manager ti aiuterà a comprendere al meglio le reali opportunità offerte alle imprese dalla mobilità elettrica e dall’implementazione di colonnine di ricarica, anche all’interno di un più ampio intervento di efficientamento energetico.

Con le colonnine e i servizi di ricarica per la mobilità elettrica dai più energia all’immagine della tua azienda e al tuo business!

\ \ \

Chi ci ha scelto

Scarica l’ebook sull’Elettro mobility

    Consulenza, efficientamento energetico, impianti fotovoltaici e di cogenerazione su misura per trasformare l’energia in un vantaggio per l’azienda.

    \ \ \

    Sede operativa

    Via Enrico Toti, 1
    20025 - Legnano (MILANO)
    T. +39 0331 549399

    \ \ \

    Sede legale

    Piazza Duomo, 20
    20121 - Milano

    consulenza efficienza energia gap com
    consulenza efficienza energia gap com
    \ \ \

    Vuoi ricevere notizie, aggiornamenti e suggerimenti utili per portare l'efficienza energetica in azienda?
    Iscriviti alla newsletter