Fotovoltaico e cogenerazione per aziende green

Imprenditori, proprietari di attività commerciali o ricettive, manager e responsabili amministrativi sono ben consapevoli del peso dei consumi elettrici sui bilanci annuali.

Fotovoltaico e cogenerazione sono due tecnologie perfettamente integrabili in grado di generare innumerevoli vantaggi per le aziende che le adottano. Indipendenza dalla rete per la produzione di energia, azzeramento delle emissioni e aumento della reputazione del brand agli occhi di consumatori e supply chain sono solo alcuni tra questi.

Unire i fattori economici con quelli ambientali è sempre più indispensabile per il business aziendale. Le aziende che danno priorità alla sostenibilità aziendale hanno eccellenti prospettive di crescita, costi inferiori e una migliore reputazione del brand.

Fotovoltaico e cogenerazione per aziende green - Gap Com

30% – Percentuale di aziende che ha migliorato la propria reputazione aziendale grazie all’investimento in soluzioni energetiche sostenibili

# 3 – Il posto, in ordine di priorità, che la responsabilità sociale e ambientale occupa nell’agenda delle aziende che tengono alla propria sostenibilità

73% – Percentuale di consumatori italiani più propensi ad acquistare beni e prodotti da aziende che rispettano l’ambiente e il territorio

L’implementazione di impianti di cogenerazione e moduli fotovoltaici permette una notevole riduzione dei costi per l’energia elettrica e termica, ed è sempre più conveniente grazie al forte calo dei prezzi, al payback assicurato e ai noleggi operativi per piani di rientro dall’investimento che permettono alle imprese di godere di tutti i vantaggi portati da impianti green di ultima generazione, senza spese.

Vuoi approfittare degli incentivi per efficientare la tua azienda passando alla green energy con vantaggi economici reali?

Fotovoltaico industriale, come funziona un impianto fotovoltaico?

Un impianto fotovoltaico industriale è un sistema con potenza superiore ai 100 kWp, utilizzato dalle aziende per autoconsumo, produzione e vendita di energia elettrica.

L’impianto fotovoltaico è una tecnologia 100% rinnovabile che trasforma l’energia solare in energia elettrica direttamente impiegabile per le attività umane come illuminazione, funzionamento dei macchinari ecc.

Il fotovoltaico sfrutta, per produrre energia, l’effetto fotoelettrico, ovvero la capacità di specifici materiali di generare elettricità quando esposti a irraggiamento solare. L’irraggiamento, e di conseguenza la quantità di energia che può essere raccolta dall’impianto fotovoltaico, dipende dalle condizioni climatiche e dalla latitudine a cui l’impianto si trova.

Una volta che i raggi solari colpiscono la cella (il componente base dell’impianto costituito dal materiale semiconduttore) questi vengono trasformati in elettricità. Più celle unite formano un modulo e più moduli collegati tra loro formano un pannello solare che può essere installato all’esterno di un edificio o al suolo.

La composizione dell’impianto fotovoltaico è composta da più stringhe di pannelli fotovoltaici, in quantità proporzionale alle necessità dell’azienda e alla capacità di assorbimento dell’impianto.

L’impianto fotovoltaico è collegato ad un inverter, che trasforma la corrente continua prodotta in corrente alternata ed è sempre più spesso completato da un sistema di accumulo che immagazzina l’energia in eccesso prodotta per essere utilizzata nelle ore notturne o in caso di scarso irraggiamento.

La collocazione dell’impianto a suolo o sugli edifici dipende, oltre che dalle dimensioni e dalle specificità della struttura, anche e soprattutto dalla quantità di energia che si desidera produrre. Quando l’impianto fotovoltaico supera il MV di potenza prodotta la collocazione è a terra e, solitamente, la produzione è destinata alla vendita.

In italia la quasi totalità degli impianti è grid-connected, ovvero connessi alla rete elettrica a cui viene ceduta l’energia in eccesso prodotta e da cui viene prelevata l’energia quando l’impianto non è in grado di soddisfare il fabbisogno dell’azienda.

I vantaggi del fotovoltaico per le aziende

Implementare il fotovoltaico per la propria azienda significa affidare la produzione dell’energia elettrica utile alla produzione a fonti rinnovabili, una strategia sempre più preminente non solo in termini economici e di efficientamento energetico, ma anche di reputazione aziendale.

Sintetizziamo i principali vantaggi per le aziende di puntare sull’energia solare:

Indipendenza energetica – Grazie all’elettricità autoprodotta si limita la quantità di corrente prelevata dalla Rete elettrica pubblica, con un abbattimento del costo per l’energia elettrica. Per le industrie la produzione autonoma contribuisce all’indipendenza energetica con abbattimento del costo per kWh.

Convenienza economica – Grazie al risparmio sulla bolletta e sulla spesa energetica, l’energia solare permette di rientrare dell’investimento in poco tempo e, grazie agli incentivi, è possibile azzerare i costi. Ad oggi è l’energia con il costo produttivo più basso del mercato.

Ecosostenibilità – L’energia solare è 100% green ed ecosostenibile, perché riduce le emissioni di CO2 di 0,5 kg per kWh prodotto, che equivale a 6 alberi di grandi dimensioni.

Green policy – Utilizzare energia solare per la produzione di energia elettrica porta benefici per l’immagine aziendale che beneficia dell’impronta green agli occhi di clienti e fornitori.

Valore dell’immobile – Gli immobili che installano pannelli fotovoltaici vedono aumentare di molto il loro valore sul mercato immobiliare, vantaggio da non sottovalutare nel caso in futuro si decida per la compravendita.

Impianti di cogenerazione per le aziende

Abbiamo visto cosa è il fotovoltaico e quali sono i vantaggi per le aziende che decidono di implementare questo tipo di soluzione. Parliamo ora di cogenerazione.

La cogenerazione è la produzione combinata di energia elettrica e di calore utilizzando un unico impianto con un vantaggio economico determinato dal minor assorbimento di energia e dal minor consumo di combustibile della rete.

Gli impianti di cogenerazione nascono per sfruttare il calore disperso dagli impianti di produzione di energia elettrica dotati di motori termici che trasformano il calore in energia meccanica e poi in energia elettrica. Durante il processo parte del calore non viene trasformato in energia e viene scaricato. L’impianto di cogenerazione recupera il calore dissipato e lo converte in energia termica.

Un sistema di cogenerazione può definirsi tale solo se soddisfa dei requisiti specifici dettati dall’Autorità per l’Energia Elettrica (AEEG). Quando il risparmio di energia primaria supera il valore minimo stabilito dalla Direttiva Europea 2004/8/CE e s.m.i. (almeno il 10%) l’impianto può essere definito di cogenerazione ad alto rendimento (CAR).

Alimentazione e applicazione degli impianti di cogenerazione

Un sistema di cogenerazione utilizza diverse fonti di combustibile (energia primaria):

  • fossili come gas naturale, gasolio, olio combustibile, carbone;
  • rifiuti solidi o biogas proveniente da discariche o depuratori;
  • biomasse come cippato legnoso, scarti agricoli e forestali.

La cogenerazione trova applicazione sia in ambito industriale che civile. Nell’industria l’energia termica prodotta dalla cogenerazione viene impiegata per i processi industriali oltre che per il riscaldamento degli ambienti, mentre quella elettrica viene utilizzata per i fabbisogni dell’azienda e l’eccesso viene venduto ed immesso nella rete elettrica.

I principali ambiti di utilizzo sono quelli in cui la domanda di energia è costante nel tempo, come ospedali, piscine, centri commerciali, industrie, cartiere. I tipi di impianti utilizzati sono quelli di media e grande cogenerazione, con una produzione di potenza fra 1 MV e 50 MV.

I vantaggi della cogenerazione

Gli impianti di cogenerazione vengono impiegati per aumentare l’efficienza dei sistemi di generazione dell’energia elettrica, sfruttando il calore dissipato dall’impianto.

I vantaggi della cogenerazione sono:

  1. Riduzione del consumo energetico primario (combustibile) utilizzato per la produzione di energia e calore.
  2. Miglioramento del rendimento complessivo e conseguente riduzione dei consumi.
  3. Diminuzione delle emissioni si sostanze inquinanti e riduzione dell’impatto ambientale.
  4. Riduzione delle perdite di trasmissione per la distribuzione e il trasporto di energia e dei rischi di interruzione dovuti a problemi sulla rete.
  5. Vantaggio economico derivante dall’autoproduzione di energia.

Impianti di cogenerazione e impianti fotovoltaici, perché integrarli?

Fotovoltaico e cogenerazione sono due ottime soluzioni per l’efficientamento energetico delle aziende. Unire queste due tecnologie amplifica i benefici di ciascuna e permette di ottenere:

  • Ulteriore riduzione della dipendenza dalla rete;
  • Riduzione del costo dell’energia;
  • Ridotti tempi di payback;
  • Ridotti costi di gestione;
  • Miglioramento della reputazione aziendale in ottica green.

Fotovoltaico e cogenerazione, detrazioni e credito d’imposta.

Quanto costano all’azienda il fotovoltaico e la cogenerazione? Quali sono gli incentivi per le aziende che intendono implementare queste tecnologie?

Prima di investire nelle energie rinnovabili occorre valutare i tempi esatti di payback, ovvero in quanto tempo si rientra dell’investimento. L’investimento nel fotovoltaico e nella cogenerazione è sempre ripagato nel corso della vita utile dell’impianto ma questo spesso non basta ad attirare gli investimenti per le aziende.

Per spingere le imprese a considerare la riconversione energetica in ottica green, l’investimento nella produzione di energia rinnovabile è mitigato, e a volte quasi azzerato, da incentivi che mirano a ridurre in maniera importante l’investimento e velocizzare i tempi di rientro.

In Italia esistono al momento diversi sistemi di incentivazione attivi a livello nazionale, oltre alle opportunità legate ai bandi temporanei di tipo regionale.

Il Decreto Fer 1 ha reintrodotto nel nostro paese delle forme di incentivazione diretta che premiano l’immissione di energia nella rete.

Il Ritiro dedicato, utilizzato dai produttori che cedono al GSE l’energia elettrica immessa in rete, fa fruttare l’energia prodotta in eccesso.

Lo scambio sul posto è una forma di autoconsumo che prevede la compensazione tra l’energia immessa in rete in un momento con quella prelevata al bisogno attraverso l’immagazzinamento virtuale dell’energia.

Un meccanismo in attesa di rinnovo (è scaduto a giugno 2020) che in passato ha trovato largo utilizzo è il super ammortamento del 130% per gli impianti quali beni strumentali. Questa agevolazione permette di maggiorare del 30% i costi di acquisto o leasing dei beni ai fini dell’ammortamento fiscale.

Il Governo ha poi introdotto, in seguito all’emergenza pandemica, il superbonus del 110% che sostanzialmente trasforma, in determinate condizioni, lo sgravio fiscale del 50% previsto per le energie green in una detrazione del 110% da utilizzare per l’efficienza energetica e la riqualificazione energetica degli edifici.

Le aziende che introducono impianti di cogenerazione e/o fotovoltaici hanno diritto:

  • alla priorità nel dispacciamento dell’energia elettrica immessa in rete
  • all’esenzione dall’obbligo di acquisto dei certificati verdi (i titoli annuali emessi dal GSE che attestano che una determinata quantità di energia è stata prodotta a partire da fonti rinnovabili)
  • alla defiscalizzazione del combustibile utilizzato per la cogenerazione con l’applicazione di un’accisa ridotta
  • al conseguimento dei certificati bianchi

Porta la tua azienda nella green economy, approfitta degli incentivi e apri al fotovoltaico e alla cogenerazione

Non è possibile definire un impianto standard applicabile a tutte le realtà aziendali, per massimizzare i benefici occorre che gli impianti siano realizzati su misura della realtà aziendale, analizzando le specificità di consumi, impianti esistenti, edifici in modo sartoriale e, solo in seguito all’analisi e ad uno studio di fattibilità è possibile formulare un’ipotesi di progetto.

Il tuo progetto di efficientamento energetico con Gap Com si sviluppa in:

  • analisi delle necessità energetiche dell’azienda
  • analisi della peggiore condizione nei mesi più freddi
  • valutazione delle aree di posizionamento
  • adeguamento delle aree di posizionamento (ove necessario)
  • consulenza amministrativa e fiscale
  • installazione dell’impianto

Gap Com offre una garanzia dell’impianto di 25 anni per quanto riguarda la resa produttiva (resa al 100% per i primi 10/12 anni e dell’80% nei 25 anni) a cui è possibile aggiungere un’assicurazione di garanzia full che prevede un rimborso economico in caso di problemi o malfunzionamenti.

Grazie all’attenta progettazione, alle garanzie e ai benefici reali offerti dalle soluzioni Gap Com come riduzione del prelievo energetico dalla rete, risparmio dei costi operativi, azzeramento delle emissioni, payback assicurato e noleggio operativo puoi rendere la tua impresa più efficiente e più green, risparmiando.

Scopri come Gap Com può cambiare il tuo modo di vivere l’energia per l’azienda.

Scarica l’ebook sul Impianti fotovoltaici e di cogenerazione

Consulenza, efficientamento energetico, impianti fotovoltaici e di cogenerazione su misura per trasformare l’energia in un vantaggio per l’azienda.

\ \ \

Sede operativa

Via Enrico Toti, 1
20025 - Legnano (MILANO)
T. +39 0331 549399

\ \ \

Sede legale

Piazza Duomo, 20
20121 - Milano

consulenza efficienza energia gap com
consulenza efficienza energia gap com
\ \ \

Vuoi ricevere notizie, aggiornamenti e suggerimenti utili per portare l'efficienza energetica in azienda?
Iscriviti alla newsletter