Perché affidarsi alle competenze dell’Energy Manager

Tre buoni motivi per scegliere una figura professionale come l’energy manager. Il suo ruolo è infatti fondamentale per ridurre i costi dell’energia, diminuire le emissioni nocive e arginare i rischi d’impresa.

\ \ \

Quando è nata la figura dell’Energy Manager e perché.

La figura dell’Energy Manager sale alla ribalta delle scene internazionali in occasione della prima crisi petrolifera del 1973, quando tutto il mondo si trovò di fronte ad una drastica diminuzione dei flussi di petrolio provenienti dai paesi dell’Opec (Organization of the Petroleum Exporting Countries).

Data la difficile situazione di quegli anni, questo ruolo assunse negli Stati Uniti una posizione determinante per individuare politiche aziendali di conservazione e di uso razionale dell’energia, data l’impennata improvvisa dei prezzi del petrolio!

Per parlare di Energy Manager in Italia si dovranno invece aspettare gli anni Novanta con la Legge n. 10/1991. Solo allora infatti venne inserita la definizione di “responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia (o Energy Manager)” che individua come soggetti obbligati alla sua nomina tutte quelle aziende che hanno un consumo di energia:

  • superiore a 10.000 TEP l’anno per il settore industriale
  • superiore a 1.000 TEP per terziario e pubblica amministrazione.

Per chi non avesse ancora pratica con il termine TEP: si tratta di un acronimo che indica “tonnellate equivalenti di petrolio” e rappresenta la quantità di energia che viene rilasciata dalla combustione di una tonnellata di petrolio grezzo; il suo valore è pari a circa 42 GJ.

\ \ \

Di cosa si occupa l’Energy Manager?

In estrema sintesi si tratta di un esperto in gestione dell’energia, ma il suo ruolo raccoglie un pacchetto di competenze tecniche molte ampie e diventa un vero e proprio ago della bilancia all’interno di aziende che hanno un grande consumo di energia, meglio definite come aziende energivore!

Nell’ottica prevista dal tema dell’efficientamento energetico la sua mission è quella di:

  • promuovere l’efficienza energetica e il conseguente abbattimento dei consumi energetici;
  • puntare al massimo risparmio energetico all’interno di un sistema di gestione che promuova l’uso di fonti rinnovabili e di buone pratiche di consumo;
  • studiare soluzioni mirate per diminuire progressivamente l’impatto ambientale e l’emissione di gas nocivi.

La sua attività all’interno di un’azienda non è solo di consulente tecnico, ma anche finanziario, perché una delle azioni più importanti di cui si occupa è quella di saper individuare le migliori condizioni contrattuali nell’acquisto di beni e servizi, nel mercato dell’energia elettrica per esempio, individuando interventi rivolti alla riqualificazione energetica anche in modalità outsourcing.

\ \ \

valuta e scegli le migliori opzioni per l’energia riducendo l’impatto dei costi sui bilanci

\ \ \

L’evoluzione dell’Energy Manager

L’importanza di questa figura professionale ha portato ad un’evoluzione sempre più profonda delle competenze richieste a chi svolge questo ruolo all’interno di un’azienda.

Nel 2009 infatti è stata pubblicata la norma UNI CEI 11339 Gestione dell’energia – Esperti Energy Manager Requisiti per la qualificazione, all’interno della quale vengono specificati i requisiti per una nuova figura professionale, quella dell’Esperto in Gestione dell’Energia (EGE).

A fronte delle Direttive Europee, relative ad un uso più razionale ed efficiente delle risorse, l’esperto in gestione dell’energia deve possedere competenze tecniche, finanziarie, legislative e comunicative, per affiancare in modo operativo e gestionale quelle aziende che intendono avviare e definire un percorso di efficientamento energetico.

La consulenza di uno dei nostri Energy Manager riuscirà a trovare la soluzione più competitiva ed efficiente in materia di risparmio e razionalizzazione del consumo di energia all’interno della tua azienda.

In particolare, si occuperà di:

  • analisi energetiche e monitoraggio dei dati a favore del risparmio energetico
  • redazione dei bilanci energetici
  • gestione delle tecnologie tradizionali o innovative per l’efficientamento energetico e utilizzazione di fonti rinnovabili
  • consulenza e applicazione di tutte le normative in materia di tutela ambientale
  • gestione operativo-finanziaria del trading energetico, valutazione delle tariffe e pianificazione dei contratti più competitivi sulla base delle necessità e dei budget aziendali
  • valutazione di fattibilità per interventi e azioni a favore del risparmio energetico e piani di investimento.

Nominare un Energy Manager è un passo decisivo per la tua azienda: non risparmierai solo in energia, ma guadagnerai in efficienza, migliorando le performance del tuo business. Rivolgiti ai nostri esperti, studieremo un piano di azioni e investimenti tailor made, ottimizzando costi e benefici!

\ \ \

Richiedi un incontro di consulenza, il tuo Energy Manager ti ricontatterà al più presto.

    \ \ \

    Risorse per l’efficienza

    Essere tuoi partner significa anche facilitarti nel reperire e consultare le molte informazioni inerenti il panorama dell’innovazione e dell’ottimizzazione energetica per le aziende. Per favorire la presa di consapevolezza sulle opportunità del Green Deal Europeo e delle azioni messe in campo dallo Stato, il nostro team è continuamente al lavoro per realizzare e condividere con te una serie di white paper, guide e infografiche.