L’ Audit Energetico è obbligatorio per gli impianti industriali?

Tutte le grandi imprese e le industrie dette Energivore devono eseguire per legge una diagnosi energetica (conosciuta anche come Audit Energetico). L’obiettivo è avere un profilo dei consumi energetici industriali per individuare e attuare soluzioni di risparmio energetico.

\ \ \

Audit Energetico: che cosa significa

Con questo termine – contenuto nel decreto legislativo n. 102/2014 poi modificato dal D.lgs. n. 141/2016 – di fatto si indica “una procedura sistematica finalizzata a ottenere un’adeguata conoscenza del profilo di consumo energetico di un edificio o gruppo di edifici, di un’attività o impianto industriale o commerciale o di servizi pubblici o privati, a individuare e quantificare le opportunità di risparmio energetico sotto il profilo costi-benefici e a riferire in merito ai risultati.”

In sostanza si tratta di fare, sulla base di analisi, test e dati, un profilo del consumo di energia di ogni industria o impresa che appartengono ad una di queste categorie:

  • aziende che abbiano più di 250 dipendenti o un fatturato superiore a 50 Mln di euro o un bilancio superiore a 43 Mln di euro. Per questa categoria è necessario comprendere anche le aziende associate o collegate;
  • aziende energivore ovvero imprese ad alta intensità energetica che rientrano nella lista Csea (Cassa per i Servizi Energetici Ambientali).

Si tratta in sostanza di un vero e proprio screening che viene imposto al settore industriale per individuare da un lato i consumi e gli sprechi energetici delle aziende e dall’altro per incentivare una migliore gestione dell’energia, in sintonia con le normative di protezione ambientale.

\ \ \

La diagnosi energetica: affidarsi sempre a professionisti accreditati

Per trovare la cura è importante individuare i sintomi: la diagnosi energetica permette alle imprese di fotografare il proprio stato di salute energetica e di chiarire, attraverso uno studio mirato, le possibili soluzioni di efficienza energetica da adottare.

Prima di tutto è importante dire che gli Audit Energetici possono essere fatti solo da professionisti accreditati come gli EGE Esperti in gestione dell’energia e gli Auditor energetici (Ae).

A queste due categorie si uniscono anche le ESCo Energy Saving Company, come Gap Com, che si occupano di fornire un sistema di servizi integrati di consulenza e di attività tecniche ed economiche per realizzare un intervento di efficienza energetica all’interno delle aziende.

\ \ \

Dal risparmio energetico nasce una nuova cultura d’impresa

L’Audit energetico è il punto di partenza per diffondere una cultura d’impresa virtuosa che si basa su comportamenti e azioni rivolti alla tutela dell’ambiente.

La diagnosi energetica è dunque la base non solo per efficientare la tua impresa, ma anche per accedere agli incentivi messi a disposizione per le PMI dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Si tratta di cofinanziamenti concessi per la realizzazione degli audit energetici e per lo sviluppo di sistemi di gestione dell’energia secondo la norma UNI ISO 50001.

Ecco dunque in cosa consiste l’Audit energetico:

  • profilazione del consumo e del costo a mq di forniture elettriche, termiche, idriche. Il profilo viene stimato sulla base di alcuni parametri come: potenza, fabbisogno e consumo, orari di utilizzo, ore di lavoro etc.;
  • analisi delle situazioni critiche identificate, come dispersioni e inadeguatezza degli impianti;
  • redazione del Bilancio Energetico Industriale;
  • presentazione di un piano di soluzioni per il risparmio energetico e relativo documento di fattibilità tecnica.

Le soluzioni di efficientamento energetico possono essere molte: dal Relamping Led, all’utilizzo di energie rinnovabili, fino all’uso del trading energetico per individuare le migliori tariffe e ottimizzare i costi d’impresa.

\ \ \

Inizia subito a portare l’efficientamento energetico nella tua azienda

Un dato interessante che riguarda il nostro paese, nel novembre 2019 ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) ha presentato una ricerca a proposito di efficienza energetica: l’Italia è risultata leader tra i paesi europei proprio in questo ambito!

Risulta infatti che il maggior numero di diagnosi energetiche presentate a livello europeo è stato quello delle industrie italiane, un successo che avvalora l’ottimo lavoro compiuto dagli imprenditori e dalle ESCo, che hanno contribuito a sviluppare una visione energetica sempre più green.

Per la tua impresa affidati ai nostri Energy Manager, sapranno affiancarti in ogni passo decisivo per sviluppare un programma di efficienza energetica su misura per te.

\ \ \

Richiedi un incontro di consulenza, il tuo Energy Manager ti ricontatterà al più presto.