Come migliorare l’Efficienza Energetica della tua Azienda

Sviluppo economico e innovazione sono alla base delle aziende del futuro. Uno dei cardini per l’avvento di un nuovo sistema industriale è sicuramente l’efficienza energetica, punto di svolta per la competitività sul mercato.

\ \ \

Buone pratiche di consumo: le basi del risparmio energetico.

Nelle nostre case ci siamo abituati ad adottare pratiche di consumo intelligenti: ci adoperiamo per fare la raccolta differenziata, facciamo attenzione ai nostri impianti e li sostituiamo con sistemi più ecologici, insomma cerchiamo di diminuire i consumi di energia e di risparmiare.

Allo stesso modo le aziende sono sempre più attente a diminuire i consumi energetici, costruendo nel tempo un percorso di rinnovamento, che non sia solo a favore del risparmio e dell’ambiente, ma anche della competitività.

Sono molte le strategie di problem solving a proposito di riqualificazione energetica all’interno delle aziende, in ogni caso tutte partono dalle diagnosi energetiche attraverso cui l’analisi dei dati permette di elaborare un “profilo energetico” per individuare gli interventi più giusti su cui investire.

Per ottenere una prestazione energetica più competitiva, le aziende possono dunque scegliere tra diverse soluzioni:

  • adottare la tecnologia Led, sostituendo i vecchi corpi illuminanti senza cambiare gli impianti, ottenendo un notevole risparmio di energia elettrica e allungando i tempi di manutenzione;
  • scegliere di installare nuovi impianti sfruttando le energie rinnovabili, come nel caso del fotovoltaico che unito alle pompe di calore, permette alle aziende di essere autonome nella produzione di energia;
  • puntare sulla e-mobility, con centraline di ricarica elettrica o con la creazione di una flotta aziendale totalmente elettrica;
  • introdurre comportamenti gestionali dedicati al risparmio e alla razionalizzazione dell’energia, dotandosi di un Energy Manager che si preoccuperà di ottimizzare i consumi, promuovere interventi a favore dell’efficienza energetica, definire contratti più convenienti.

Quando una realtà imprenditoriale intende accedere agli incentivi statali, è utile affidarsi ad un certificatore energetico che si preoccuperà di valutare l’efficienza energetica dell’immobile aziendale (ACE) che si intende riqualificare nell’ottica di efficientamento.

\ \ \

Valuta l’efficienza energetica della tua impresa e individua gli sprechi

\ \ \

A proposito di detrazioni fiscali e incentivi.

Il tema dell’efficienza energetica è dunque al centro dei piani di sviluppo delle grandi aziende, ma anche delle piccole e medie imprese italiane che lo Stato sostiene grazie ad una serie di incentivi:

  • detrazioni fiscali che variano a seconda degli interventi
  • conto termico
  • certificati bianchi.

Il conto termico è una delle forme di incentivo più diffuso nelle PMI, che vengono sollecitate a operare in regimi di efficienza energetica soprattutto nella produzione di energia termica da fonti rinnovabili. In questo modo possono ridurre i consumi, recuperare in tempi brevi i costi sostenuti e diminuire l’emissione di sostanze nocive per l’ambiente.

Altrettanto importanti sono i certificati bianchi: “titoli negoziabili che certificano il conseguimento di risparmi negli usi finali di energia attraverso interventi e progetti di incremento dell’efficienza energetica. Un certificato equivale al risparmio di una Tonnellata Equivalente di Petrolio (TEP)”.

Il meccanismo dei certificati bianchi è nato per volere dell’Unione Europea come forma di incentivo per il raggiungimento del pacchetto “clima-energia 20-20-20”, scaturito successivamente al protocollo di Kyoto, con l’intenzione di:

  • diminuire del 20% le emissioni di CO2
  • raggiungere il 20% di energia prodotta da fonti rinnovabili
  • aumentare del 20% il risparmio energetico.
\ \ \

ISO 50001, la norma che crea un sistema.

L’obiettivo della norma ISO 50001 permette alle imprese di realizzare e mantenere un Sistema di Gestione dell’Energia (SGE) che consente di migliorare in modo continuo la propria prestazione energetica.

La visione della ISO 50001 è quella di creare delle linee guida in tema di efficientamento energetico, stabilendo tre finalità indispensabili per mettere in atto un corretto sistema di gestione dell’energia:

  • aumentare l’efficienza energetica
  • ridurre i costi
  • migliorare le prestazioni energetiche in modo costante e farle diventare una pratica integrata al sistema organizzativo aziendale.

Tre obiettivi che la tua azienda può raggiungere scegliendo la nostra consulenza e affidandosi al nostro modello di lavoro, improntato alla creazione di piani di efficientamento tailor made, sulla base del tuo core business.

\ \ \

Richiedi un incontro di consulenza, il tuo Energy Manager ti ricontatterà al più presto.